GS3D: un piccolo tutorial sulla Stampa 3D (2 Parte)

Ho terminato la 1 Parte di questo tutorial GS3D con la descrizione del processo di slicing. In questa seconda parte dell’articolo ti parlerò della cosiddetta Post-Produzione, cioè tutto ciò che succede dopo che il nostro pezzo è stato stampato.

Innanzitutto partiamo dal presupposto che dobbiamo pulire la superficie del piatto della stampante. Possiamo fare quest’operazione utilizzando della carta vetrata o dell’alcool.

carta vetrata

La carta vetrata serve per rimuovere i supporti. Essi non sono altro che delle basi su cui si poggia il nostro prodotto stampato in 3D. Questi supporti vanno eliminati una volta che il lavoro è stato terminato.

E’ necessario fare movimenti circolari quando si strofina la carta sulla superficie e non ci si deve eccessivamente focalizzare su un punto, anche se ci dovessero essere molti residui di filamenti. Dico ciò perché se si strofina troppo forte la carta vetrata, si rischia di danneggiare il piano.

Una buona alternativa alla carta vetrata è l’uso dell’alcool, in particolar modo l’alcool isopropilico (prodotto nello specifico per le stampanti 3D), che riesce a rimuovere efficacemente i filamenti restanti.

alcool isopropilico

GS3D: come ottenere una superficie liscia

Dopo aver sistemato il piatto della stampante, si può fare un lavoro di perfezionamento della superficie del prodotto. Il fine di quest’operazione è quello di rendere più piacevole la vista dell’oggetto stampato.

Per farlo si possono utilizzare vari prodotti, ad esempio il Primer. Esso è uno spray particolare che predispone l’oggetto alla verniciatura definitiva ed allo stesso tempo ne cura i dettagli correggendo le eventuali imprecisioni dei layer.

Un altro prodotto interessante che si può applicare in alternativa al Primer è la resina epossidica. il processo che coinvolge questo prodotto è più complesso, perché si devono fare delle miscele e bisogna applicarla nel giro di circa 15 minuti prima che si indurisca .

resina

Una volta che si è terminata la fase preliminare alla verniciatura, la stampa 3D è pronta per essere colorata come meglio si crede. Si possono usare spray, pennelli ed attrezzi di vario genere ma i risultati migliori si ottengono se si utilizza con precisione la vernice a spray.

Con questo concludo ufficialmente il nostro primo tutorial GS3D e nei prossimi giorni ti parlerò nello specifico di alcuni argomenti che in questo articolo sono stati semplicemente accennati. Rimani sintonizzato nel nostro blog GS3D e seguici sui social se non vuoi perderti i nostri contenuti.

Default image
Antun Benvestito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: