I 5 problemi più diffusi nella Stampa 3D

In questo articolo sulla stampa 3D ti elencherò i 5 problemi più importanti e ti propongo allo stesso tempo anche le soluzioni.

Quando si tratta del mondo della stampa 3D spesso si cade in una trappola in cui si crede che questo lavoro sia semplice e quasi del tutto automatizzato.

In parte è vero che il lavoro è automatizzato, soprattutto nella fase di slicing mentre nella progettazione l’approccio è tutt altro che meccanico e automatico.

Vediamo quindi i problemi nello specifico:

  • Warping
  • Piede di Elefante
  • Layer Shifting
  • Pillowing
  • Stringing

Stampa 3D: Warping

warping 2

Il warping è il ripiego dei primi layer della stampa, i quali essendosi raffreddati per primi rispetto agli altri strati si ripiegano su se stessi e deformano la morfologia del prodotto finale.

Per risolvere questo problema è necessario mantenere il piatto riscaldato ma prima di avviare il processo di stampa ti consiglio di applicare della pellicola collosa in maniera uniforme per far sì che i primi layer siano saldamente attaccati.

Piede di Elefante

piede di elefante

Esso consiste in un piccolo rigonfiamento della base della stampa 3D. In un certo senso questo è un difetto opposto rispetto al warping ed è più complesso trovarci una soluzione definitiva.

Le varie cause di questo difetto possono essere il peso del prodotto che applica una certa pressione sulla base, che quindi si deforma. Inoltre spesso accade che i primi layer vengono estrusi con uno spessore maggiore rispetto agli altri per resistere alla pressione che giunge dall’alto.

Le uniche maniere per limitare il più possibile la presentazione del piede di elefante sono un leggero abbassamento della temperatura del piatto e un piccolo spostamento dell’ugello dal piano.

Layer Shifting

layer shifting

Il layer shifting non è altro che il disallineamento tra due o più layer. La causa del problema è generalmente dovuta all’imprecisione della testina che ogni tanto può compiere movimenti sulle tre assi con poca efficienza.

Per risolvere questo difetto bisogna spegnere l’hardware e controllare che le viti dell’estrusore siano fissate correttamente e spostarlo lungo le assi manualmente (se dovesse essere rigido nei movimenti, puoi usare un po’ di olio).

Puoi tranquillamente utilizzare anche l’olio per la catena delle biciclette.

Pillowing

pillowing 2

Questo non è altro che la presenza di buchi sui layer superiori. Generalmente ciò è dovuto a una bassa ventilazione e a una mancanza di spessore del layer.

Ti consiglio perciò di alzare al massimo della velocità le ventole di raffreddamento quando stampi gli ultimi layer (ti coniglio ulteriormente di impostare uno spessore di minimo 6 strati sulla superficie superiore).

Stringing

stringing

Lo stringing è un fenomeno in cui vengono estrusi dei filamenti in eccesso che rovinano il prodotto finale della stampa 3D. Questo succede soprattutto quando l’estrusore si muove negli spazi cavi e in questo caso possono sfuggire dei filamenti in più.

Per evitare lo stringing devi impostare la funzione di ritrazione, in cui la stampante risucchia il filamento in eccesso quando si accorge che sta per fuoriuscire.

Default image
Antun Benvestito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: